Territorio


Le vallate


Il winemaker Santi collabora con il team agronomico per selezionare nell’ambito di ciascuna vallata della Valpolicella i migliori filari sulla base delle caratteristiche di suolo, altitudine, esposizione e metodo di allevamento.

Questo consente alla cantina di creare vini con uno stile unico, espressione della ricchezza del territorio nelle diverse vallate che lo compongono.

La vallata di Fumane



In questa zona i vigneti si collocano per il 60% nella fascia pedemontana e per il restante 40% in collina con un’altitudine media di 200 metri. Anche qui i terreni sono costituiti da rocce calcaree stratificate. La Valle di Fumane esprime vini “corposi” e dal leggero residuo zuccherino, con note floreali, morbidi e di buona longevità.

La vallata di Negrar



In questa vallata la parte pianeggiante, che inizia da una quota di circa 90 metri s.l.m., è caratterizzata da suoli argillo-limosi. La zona collinare delimita la vallata con le due dorsali, una ad est ed una ad ovest. È una valle che offre vini eleganti, di grande struttura, sapidi e dall'ampio potenziale d'invecchiamento.

La Valpantena



Questa vallata, che prende il nome dall’omonimo progno, si caratterizza per un’elevata biodiversità. In quest’area la viticoltura si concentra nella fascia pedemontana e nelle piccole valli laterali moderatamente inclinate che ben si adattano alla coltivazione della vite. Il clima della Valpantena presenta notevoli escursioni termiche tra giorno e notte. Tutte caratteristiche, queste, che danno luogo a quelle note speziate e minerali che bene distinguono le sue uve da quelle delle altre vallate della Valpolicella.

La vallata di Marano



La parte bassa della vallata, comprendente la frazione di Valgatara, è una delle aree viticole più sviluppate; nella zona collinare, dove a seconda dei versanti i vigneti sono esposti a sud-ovest ed a sud-est, si incontrano suoli costituiti da vulcaniti basaltiche, denominati “Toari”. Nella valle di Marano la prevalente collocazione dei vigneti ad un’altitudine compresa fra i trecento ed i quattrocento metri s.l.m. implica forti escursioni termiche autunnali, ma produce vini eleganti dai sentori di ciliegia e prugna secca, di elevata intensità aromatica e di buona acidità.

La vallata di Illasi



È una delle maggiori vallate lessiniche, oltre che la più lunga. Il corso del torrente che la percorre la divide in una porzione orientale ed in una centro-occidentale. In questa zona i Lessini costituiscono un altipiano caratterizzato da una debole inclinazione verso meridione con una pendenza media dal 2% fino al 4% con frequenti terrazzi. In Val d’Illasi prevalgono i suoli cartonatici. I vini sono di colore intenso, hanno una buona struttura ed una certa morbidezza, qualità accompagnate da forti e persistenti sensazioni speziate, di fragola e di frutti di bosco.