Storia


le origini


La casa vinicola Santi è protagonista in Valpolicella fin dal 1843, anno in cui viene fondata a Illasi, storico borgo all’estremità orientale della provincia di Verona, adagiato a ridosso dei Monti Lessini. Qui, all’ombra di un castello medievale, tra i colli della valle allora detta Longazeria, si afferma la produzione dei vini tipici della zona, condotta da Carlo Santi, il fondatore. Fin da subito la famiglia Santi sceglie di orientarsi alla qualità e alla rigida selezione delle materie prime, utilizzando solo le uve migliori provenienti dai vigneti di proprietà delle zone più vocate. Il successo dei suoi vini induce l’azienda ad approvvigionarsi anche da conferenti locali, con cui si consolida nel tempo un rapporto di fiducia che oggi permette una conduzione diretta dei vigneti.

A Carlo Santi succede il cavalier Attilio Gino Santi, accademico della vite e del vino, che al perseguimento di un’eccellenza qualitativa nella selezione uve, affianca anche la ricerca e l’innovazione. Tra i primissimi in Italia a implementare un modernissimo impianto di spumantizzazione negli anni ’30, egli investe nella messa a punto di un metodo produttivo per i vini spumanti che lo porta a divenire un riferimento dell’epoca per le scuole italiane di enologia che si avvicinano alle “bollicine di qualità”.
La terza generazione, rappresentata da Guido Santi, consolida la specializzazione della casa vinicola a favore dei prodotti di pregio, abbandonando completamente la produzione di vini comuni, e compiendo in modo lungimirante quella svolta qualitativa a cui tutto il vino italiano guarderà nei decenni successivi.

Nel 1974 la cantina entra a far parte del Gruppo Italiano Vini, che ne permette il potenziamento delle strutture e degli impianti e che conferma la vocazione qualitativa dell’azienda parallelamente al suo radicamento nel territorio, concentrando ulteriormente la produzione nelle denominazioni locali del veronese e della valle dell’Adige.

Oggi Santi si propone con una gamma di vini pienamente rappresentativa delle eccellenze della Valpolicella e delle Venezie, ispirata dall’impegno a valorizzare le proprie origini e la cultura del territorio di riferimento.